Skip to main content

Un errore sempre pi? comune, anche nelle aree di attivit? specializzate, ? la confusione tra “rebranding” e “brand refresh”.

Molti imprenditori dicono di volere un “rebranding” per il loro business quando vogliono davvero un nuovo logo design o cambiamento di immagine.

Poich? abbiamo riscontrato spesso questo errore nel nostro lavoro, abbiamo deciso che oggi spiegheremo le differenze tra le due nozioni per evitare confusione in futuro.

Online ? gi? l’ambiente preferito da tutti per vendere e acquistare servizi e ricercare ci? che acquistiamo. Quando l’acquirente vede il tuo prodotto o servizio, ha bisogno di sapere che trova esattamente quello che sta cercando e che investe i suoi soldi con saggezza. Ecco perch? il tuo lavoro ? quello di ottenere la loro fiducia.

Come fai a fare questo nel miglior modo possibile? Crei un’immagine attuale, offri qualcosa in aggiunta alla concorrenza, conquistala attraverso la qualit?, le offerte di fedelt? e le campagne premurose.

Supponiamo che tu sia sul mercato da un po ‘di tempo, ma ritieni che le tue vendite siano diminuite un po’. ? chiaro: hai bisogno di cambiare strategia e dovresti essere ansioso di farlo. Dovresti iniziare con l’immagine per far sentire i tuoi clienti un vero ritorno, un rinfresco da parte tua. Cominciando dall’inizio.

? importante definire le due nozioni per comunicare le tue esigenze a coloro che ti aiuteranno in questo processo. Analizza lo stato attuale della tua attivit? e scopri cosa dovresti fare.

Come sai che hai bisogno di un aggiornamento del marchio?

  • aggiornare il tuo vecchio marchio per soddisfare il pubblico attuale
  • soddisfare le esigenze del mercato di oggi
  • tenere il passo con le tue offerte

Se sei al timone di un’azienda relativamente piccola, perch? non possiamo essere tutti Sony, Pepsi o Gucci, probabilmente hai bisogno di un aggiornamento.

Considera quanto segue quando consulti gli specialisti per consegnarli nel modo pi? accurato possibile:

  • Non vuoi seguire le tendenze, solo per il gusto di cambiare qualcosa. Devi ricordare l’essenza e i valori del tuo marchio. Prova a ridefinire i valori del brand e concentrati maggiormente sulla tua nicchia.
  • Crea messaggi chiari e ben formattati.
  • Costruisci con l’aiuto della capitale che hai e fai del tuo meglio per entrare in risonanza con i tuoi clienti.
  • Non dimenticare che ci vuole tempo per cambiare: le cose non accadono da un giorno all’altro. Devi essere paziente e pensare ad ogni passo. In breve, concediti un sacco di tempo.

4 casi in cui ? necessario rebranding

Potresti pensare che il rebranding stia semplicemente cambiando il tuo logo e 2-3 elementi sulla pagina web pi? una copertina di Facebook. Sbagliato. Rebranding significa letteralmente cambiare la tua immagine aziendale e il tuo profilo dalla testa ai piedi. Significa che cambi la tua storia e filosofia. Ecco quando ne hai bisogno:

  • il tuo marchio non ? aggiornato, non ? pi? efficiente e non attrae pi? i clienti
  • quando il tuo pubblico di destinazione ? cambiato
  • hai cambiato il tuo business fondamentale
  • la tua azienda sta per fondersi con un’altra o quando ? stata acquistata da un’importante azienda

Quali rischi incontri?

  • Un brutto rebranding perder? o trarr? in inganno i clienti
  • I dipendenti potrebbero non essere in sintonia con la decisione o la strategia di rebranding

La conclusione

Un rebranding totale ? come una chirurgia plastica, un cambiamento al volto, non ? solo un trucco. ? una trasformazione da zero, una nuova identit?: porta un messaggio completamente nuovo, ridefinendo i valori del marchio, un sistema visivo reinventato e una strategia di marketing.

Se inizi su questa strada, avrai bisogno di una mente aperta per il cambiamento e per una nuova visione, e un team di persone altamente addestrate e dedicate.

Un aggiornamento del marchio ? un aggiornamento dell’immagine senza importanti cambiamenti di direzione, profilo o nicchia. Ora che sai tutto questo, puoi iniziare.

In bocca al lupo!